Coronavirus PsyOp
Le Informazioni Ufficiali Occultate

In questa seconda parte presentiamo i documenti e notizie ufficiali che non sono stati divulgati alla popolazione italiana. È mancata la trasparenza di informazione che avrebbe evitato allarmismo immotivato e pertanto evidenzia la volontà della classe politica, supportata dai giornalisti collaborazionisti, di diffondere allarmismo e paura.

I Documenti Ufficiali

Il primo documento ufficiale è quello della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirughi e degli Odontoiatri[1], redatto in data 3 Febbraio 2020 intitolato: COVID-19, la malattia da nuovo coronavirus (SARS-CoV-2). Il documento è stato aggiornato il 15 Febbraio, il 27 Febbraio, il 12 Marzo 2020[2].

È importante che la popolazione conosca questo documento perché è un pezzo del puzzle che aiuta a comprendere la volontarietà da parte del governo e dei giornalisti collaborazionisti di incentivare e diffondere allarmismo immotivato. Di seguito evidenziamo i punti importanti del documento che sono stati volutamente non divulgati al popolo italiano, né dal Governo, né dai giornalisti.

Nella premessa del documento sono già evidenziati TRE concetti importanti da seguire:

  1. fornire informazioni tempestive;
  2. evitare notizie infondate ed allarmistiche perché possono causare danni sociali ed economici a settori come turismo, commercio e ristorazione;
  3. evitare eccesso di prevenzione inutile che causerebbe intasamenti e sovraccarichi sanitari, oltre che indurre costi sanitari inutili come le mascherine protettive.

Cosa Significa Pandemia? Nel documento è anche riportata la definizione di pandemia ovvero “è un’epidemia che si diffonde a più continenti o in tutto il mondo”.

Prima dell’influenza da H1N1, influenza suina, del 2009, la definizione teneva conto anche della gravità della malattia che doveva causare “numeri molto alti di morti e malati”. Attualmente la differenza tra pandemia ed epidemia segue solo un criterio di diffusione geografica, anche se psicologicamente una pandemia è percepita dall’opinione pubblica come più grave di un’epidemia.

Nella pagina seguente dello stesso documento abbiamo una ulteriore specifica della definzione di fase pandemica: “La fase pandemica è caratterizzata da una trasmissione alla maggior parte della popolazione”. Ricordiamo questa definizione quando alla fine analizzeremo i dati.

Ci siamo anche chiesti se la definizione fosse stata cambiata anche prima del 2009 e abbiamo trovato che l’aggiornamento è avvenuto per ben due volte:

  1. la definizione originale valida pressapoco fino al 20 Settembre 2008 teneva conto dell’elevata mortalità e cambio di proteine del virus, per cui la popolazione non è già naturalmente resistente. Questa è una definizione molto tecnico-medico scientifica[3];
  2. il primo cambiamento è avvenuto all’incirca il 19 Ottobre 2008, valido fino al 4 Maggio 2009, e teneva conto solo dell’elevata mortalità[4];
  3. la definizione di Pandemia è cambiata nuovamente il 5 Maggio del 2009, è valida ancora oggi, e tiene conto esclusivamente della diffusione geografica senza tenere conto della mortalità[5].

Alla luce di questi cambiamenti, ci siamo chiesti se fossero accaduti eventi che avessero influenzato questi aggiornamenti della definizione e abbiamo tenuto conto delle corrispondenze temporali. Sia chiaro sono ipotesi, ma ogni volta è spuntato come il prezzemolo il solito personaggio e quindi abbiamo due coincidenze, per date e del nome del protagonista, che compare in entrambe le coincidenze.

Il primo cambio della definizione di Pandemia avviene nel 2008, anno che coincide con la donazione da parte della Bill&Melinda Gates Foundation pari a circa $682milioni a favore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il secondo cambio di definizione di Pandemia avviene in data 5 Maggio 2009, data che coincide con un meeting voluto da Bill Gates, Warren Buffet, David Rockefeller alle 15:00 insieme a Geroge Soros, Oprah Winfrey, Ted Turner, e i giganti del business Edy e Edythe Broad[6].

Insieme questi individui hanno un patrimonio di ben $125 miliardi. Le ragioni di questo meeting erano per salvare il mondo! Gli stessi individui che hanno investimenti azionari in aziende che inquinano falde acquifere, aria e suolo come società chimiche, metallurgiche e simili, che hanno arricchito se stessi per anni ed anni, ora si svegliano e vogliono salvare il mondo.

Coranavirus: Cosa Sono?

Sul sito ufficiale dell’Istituto Superiore di Sanità, divisione Epicentro, è disponibile la definzione di cosa sono i Coronavirus[7] e quindi non IL CORONAVIRUS come se ce ne fosse uno solo. Infatti, specifica l’esistenza di ben 7 (sette) virus che appartengono alla famiglia Coronavirus di cui 4 sono comuni[8]:

  1. 229E;
  2. NL63;
  3. OC43;
  4. HKU1.

E poi ci sono:

  1. SARS 1;
  2. MERS;
  3. SARS 2.

Quello che adesso è al centro del sensazionalismo giornalistico, che viene indicato come Il Coronavirus o COVID19 si chiama correttamente SARS-CoV-2. È importante diffondere notizie corrette e non approssimative, specialmente se si tratta l’argomento della salute pubblica. La professione dei giornalisti ha e deve svolgere questo compito, è il codice etico dell’Ordine dei Giornalisti che lo richiede, oltre al senso del dovere e alla salvaguardia dell’integrità della notizia! Se questo non viene rispettato si rischia la radiazione dall’albo dei giornalisti, oltre che di rispondere di violazione del codice penale!

I mass-media supportano, in questo allarmismo infondato ed inopportuno l’Esecutivo, devono imprimere nella mente della gente il nome del “nemico” da ricordare e per farlo usano una parola facile da ricordare ovvero coronavirus o COVID19, invece di Sars-CoV-2. Questo è un altro esempio di programmazione neuro linguistica.

Abbiamo deciso di approfondire la materia dei Coronavirus e di condividere tali informazioni. L’antenato comune più recente di tutti i coronavirus è stimato essere esistito all’incirca nell’8000 a. C., anche se alcuni modelli matematici collocano l’antenato comune fino a 55milioni di anni fa o più. Il nome scientifico Coronavirus è stato accettato come nome del genere dal Comitato internazionale per la nomenclatura dei virus (poi rinominato Comitato internazionale per la tassonomia dei virus) nel 1971. Poiché il numero di nuove specie è aumentato, il genere è stato diviso in quattro generi, cioè Alphacoronavirus, Betacoronavirus, Deltacoronavirus e Gammacoronavirus nel 2009[9].

I coronavirus possono causare raffreddori con sintomi importanti, come la febbre, e un mal di gola da adenoidi gonfie. I coronavirus possono causare polmonite (polmonite virale diretta o polmonite batterica secondaria) e bronchite (bronchite virale diretta o bronchite batterica secondaria). I coronavirus umani HCoV-OC43, HCoV-HKU1, HCoV-229E, e HCoV-NL63 circolano continuamente nella popolazione umana e producono i sintomi generalmente lievi del raffreddore comune negli adulti e nei bambini di tutto il mondo. Questi coronavirus causano circa il 15% dei raffreddori comuni, mentre il 40-50% dei raffreddori sono causati dai rinovirus.

Questi virus che sono i più comuni, che circolano continuamente nella popolazione e stando alla definzione di Pandemia che tiene conto esclusivamente della diffusione, dovrebbero obbligarci a indossare continuamente con una “mutanda in faccia” (mascherina facciale), e a restare chiusi in casa e in lockdown continuo.

Alcuni potrebbero obiettare che questo virus ha fatto molte vittime. Vedremo quali sono effettivamente i numeri. Nel documento della FNOMCeO è presente già l’argomento mortalità ed evidenzia che in Italia la mortalità interessa in maggior numero gli abitanti che hanno una età superiore agli 80 anni. Il documento riporta anche le analisi dell’ECDC, Centro Europeo per la prevenzione e controllo delle malattie, che evidenziano che il virus SARS-CoV-2 causa una malattia lieve e di cui la maggior parte guarisce (cioè non polmonite o polmonite lieve) in circa l’80% dei casi, il 14% sviluppa una malattia grave, e solo il 6% una malattia critica. Conclude dichiarando che la maggior parte dei decessi si sono verificati tra gli anziani e quelli che avevano già altre patologie.

In pratica il documento conferma la dichiarazione ufficiale del dott, Ricicardi che potete ascoltare nella prima parte del video Coronavirus: PsyOp – Il Virus della Disinformazione.

Misure di Prevenzione

Le misure preventive, stando al procurato allarme ingiustificato diffuso dai mass-media, in particolare in televisione, contro questo virus che “sembra” stia facendo una strage, ci si aspetterebbe che siano quantomeno fantascientifiche, spaziali. Invece non hanno nulla di diverso dalle normali e consuete norme igienico-sanitarie-comportamentali, che nonni e genitori dovrebbero aver insegnato ai propri nipoti e figli.

Lavarsi le mani:

  1. prima e dopo aver cucinato;
  2. prima di mangiare;
  3. prima e dopo aver assistito qualcuno con vomito o diarrea;
  4. prima e dopo aver medicato una ferita;
  5. dopo essere stati in bagno;
  6. dopo aver cambiato il pannolino a un bambino;
  7. dopo essersi soffiati il naso, dopo aver tossito o starnutito;
  8. dopo aver toccato il cibo per animali;
  9. dopo aver toccato la spazzatura.

Chi si metterebbe a cucinare o mangiare un panino senza prima lavarsi le mani, dopo aver per esempio cambiato il pannolino ad un bambino, o dopo aver toccato il pavimento, o accarezzato un cane, o semplicemente dopo essere rincasato da lavoro o scuola?

Organizzazione della Sanità, dichiarazione ufficiale sul sito: La maggior parte delle persone infettate dal virus COVID19 [NdR: il virus si chiama SARS-CoV-2 e causa la malattia denominata COVID19] sperimenterà una malattia respiratoria da lieve a moderata, e si riprenderà senza richiedere trattamento e speciale. Le persone anziane quelle con problemi medici come: malattie cardiovascolari, diabete, malattie respiratorie croniche, cancro hanno maggiori possibilità di sviluppare malattie gravi[10].

CAPITO? CHIARO? ITALIANI, LA VOLETE FINIRE DI FARVI PRENDERE PER IL CULO?

Mutande in Faccia

Il documento ufficiale del FNMOCeO dichiara che le mutande in faccia, sono raccomandabili solo per determinate categorie: “È utile ribadire che sono raccomandate solo per gli operatori sanitari, o per i soggetti con infezione accertata o sospetta, per diminuire il rischio di contagio verso i contatti più stretti”. Se le mutande in faccia non servono ai sani, obbligare ad indossarle è anti-sanitario, illogico, immmorale, incivile, anti-costituzionale, contro i diritti umani internazionali. È lecito chiedersi chi ne abbia davvero necessità.

La dichiarazione di lockdown (confinamento, segregazione), avvenuta a Marzo 2020, oltre ad aver danneggiato economicamente e finanziariamente le famiglie italiane, ha colpito di riflesso anche la FCA, ovvero la FIAT, il cui fatturato deriva principalmente dall’Italia. Pertanto in visione del fatto che gli Italiani avrebbero speso meno e certamente non avrebbero acquistato un’auto nuova, anzi avrebbero limitato le proprie spese, la FCA ha ricevuto un duro contraccolpo in borsa.

Il 26 Agosto 2020, il quotidiano online “The Italian Times”, riporta la notizia dell’accordo tra la FCA (John Elkann) e governo italiano (Giuseppe Conte, parlamento italiano e le altre forze politiche). La FCA riconverte la produzione grazie al Piano Arcuri, ovvero da auto a mutande in faccia con un ordinativo quotidiano di ben 27milioni di pezzi. Il quotidiano evidenzia che la famiglia Elkann, imparentata con le famiglie Agnelli e Rothschild, possiede il gruppo GEDI, che ingloba a sua volta le seguenti testate giornalistiche: La Stampa, La Repubblica, Il Secolo XIX, l’Espresso ed alcune radio nazionali[11][12].

La produzione giornaliera di 27milioni di mutande in faccia genera un giro d’affari di circa €13,5milioni al giorno per la FCA, GARANTITI DALLO STATO (con le nostre tasse), ovvero €400milioni al mese, quasi €5miliardi all’anno, l’equivalente del 70% del reddito operativo della FCA. Tutto questo, mentre leggi illogiche ed incostituzionali obbligano al fallimento le aziende italiane (e conseguentemente le famiglie italiane). Le aziende fallite sono già 350mila.

Adesso sapete come stanno le cose. Avete ancora intenzione di rimanere passivamente a guardare?

Conclusioni

Nella terza parte presenteremo i dati ufficiali, numeri e tabelle su diffusione, contagi, decessi, e un’analisi del mistero dell’influenza stagionale che per magia, a partire dal Marzo 2020, è sparita nel nulla, dopo secoli di regolare picco autunnale/invernale.

Qui di seguito trovate tutte le note e le fonti.

[1]: Federazione Nazionale dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri (FNOMCeO)
https://portale.fnomceo.it/

[2]: COVID-19, La Malattia da Nuovo Coronavirus (SARS-CoV-2)
https://portale.fnomceo.it/wp-content/uploads/2020/03/dossier_coronavirus_def_12-03-2020-compresso.pdf

[3]: WHO, Definizione di Pandemia fino al 20 Settembre 2008
https://web.archive.org/web/20080920141349/http://www.who.int/csr/disease/influenza/pandemic/en/index.html

[4]: WHO, Definizione di Pandemia dal 19 Ottobre 2008 al 4 Maggio 2009
https://web.archive.org/web/20081019084308/http://www.who.int/csr/disease/influenza/pandemic/en/index.html

[5]: WHO, Definizione di Pandemia dal 5 Maggio 2009
https://web.archive.org/web/20090505221413/http://www.who.int/csr/disease/influenza/pandemic/en/index.html

[6]: The Good Club, Il Meeting
https://www.theguardian.com/world/2009/may/31/new-york-billionaire-philanthropists

[7]: Cosa sono i Coronavirus
https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/
https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/cosa-sono

[8]: Wikipedia, Orthocoronavirinae
https://it.wikipedia.org/wiki/Orthocoronavirinae
https://it.wikipedia.org/wiki/Coronavirus_umano_229E
https://it.wikipedia.org/wiki/Coronavirus_umano_NL63
https://it.wikipedia.org/wiki/Coronavirus_umano_OC43
https://it.wikipedia.org/wiki/Coronavirus_umano_HKU1
https://it.wikipedia.org/wiki/MERS
https://it.wikipedia.org/wiki/SARS-CoV
https://it.wikipedia.org/wiki/SARS-CoV-2

[9]: Storia dei Coronavirus
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3676139/

[10]: WHO, Coronavirus Overview
https://www.who.int/health-topics/coronavirus#tab=tab_1

[11]: The Italian Times, Il Patto della Mascherina
https://www.theitaliantimes.it/2020/08/26/fca-e-il-patto-della-mascherina-firmato-da-conte-elkann/

[12]: DPCM Ottobre, Obbligo di Mutanda in Faccia
https://www.theitaliantimes.it/2020/10/15/nuovo-dpcm-misure-provvedimenti-ultime-notizie-coronavirus/